UC-articoliBlog-malDiTesta

Combattere i mal di testa causati da abuso di medicinali

Il mal di testa da abuso di medicinali (MOH) è una manifestazione molto comune di pazienti con mal di testa cronici. È uno dei casi particolari in cui un modo una volta efficace di controllare la malattia perpetua effettivamente la malattia stessa man mano che il corpo si adatta all’intervento chimico. Questa condizione è comune per i pazienti con mal di testa cronici giornalieri e varie sindromi legate al dolore cronico come la fibromialgia.

La parte più frustrante del MOH è che si possono effettivamente sentire dei benefici per un lungo periodo di tempo a causa delle medicine, ma man mano che l’efficacia delle medicine diminuisce nel tempo possono cominciare a manifestarsi mal di testa peggiori dei precedenti.

È una situazione che può causare afflizione dato che le medicine erano generalmente il trattamento di elezione per tutte le condizioni del mal di testa. Se il corpo è diventato resistente a tutte le medicine disponibili, cos’altro si può fare?

Perché le medicine fanno male alla testa?

Le persone con mal di testa cronici hanno generalmente 7-10 giorni di mal di testa al mese. In meglio o in peggio, c’è una grande varietà di medicine che possono aiutare a far sparire il mal di testa o a prevenirlo quando lo si sente arrivare – non è insolito per un paziente con mal di testa cronico avere addirittura un cocktail di medicine da prendere giornalmente.

Il problema con un reggimento di medicine frequenti nelle condizioni di dolore cronico è che le cellule del corpo hanno quasi sempre un adattamento per rendersi più resistenti agli effetti delle medicine. Questo può accadere anche quando si prendono le medicine prescritte dal proprio dottore.

Il mal di testa risultato da MOH è spesso chiamato mal di testa di reazione. Non appena l’effetto della medicina svanisce, il mal di testa ritorna rapidamente; il che può creare la necessità di un’altra dose di medicine. In questo modo diventa un ciclo di sofferenza mentre gli effetti delle medicine cominciano a diminuire più velocemente e il mal di testa di reazione diventa più tenace. Quando accade questo, i pazienti con mal di testa cronico possono iniziare a sperimentarlo su base giornaliera mentre il mal di testa si ripresenta per più di 15 giorni al mese. A causa dell’affidamento sulle medicine, il mal di testa da abuso di medicinali ha raggiunto il 3° posto tra i mal di testa più comuni, e la causa più comune di sintomi simili alle emicranie.

La ricerca dimostra che questo può accadere indipendentemente dal tipo di medicina utilizzata. È più frequente quando associato a medicine prescritte per l’emicrania, ma è stato documentato in persone che prendevano medicinali più comuni come l’ibuprofene. Medicine antidolorifiche come l’ossicodone possono essere usate da pazienti con mal di testa senza la prescrizione del medico, e questo tende ad accelerare il processo di MOH a causa del modo in cui gli oppioidi sensibilizzano il cervello.

Come affrontare il mal di testa da abuso di medicinali

La risposta più semplice è di smettere di prendere medicinali per un po’ perché non si può avere mal di testa da abuso di medicinali se non si prendono i medicinali!

Sfortunatamente, la biologia non è così semplice, specialmente quando si ha dolore cronico. Ci sono effetti secondari allo smettere di prendere medicine ogni giorno? Si proverà più dolore smettendo di prendere medicine? Come si affronta il dolore se non ci sono le medicine? Quanto a lungo bisognerà andare avanti prima che le medicine funzionino di nuovo?

I pazienti con mal di testa cronici necessitano di metodi efficaci e non farmacologici per combattere il dolore di un mal di testa fisiologico.

Un obiettivo specifico per un trattamento del mal di testa senza medicine è correggere la disfunzione nel collo.

In molti casi, le sindromi di mal di testa possono essere il risultato di un effetto secondario di uno spostamento in cima al collo. Ecco perché i pazienti con mal di testa cronico sono i tra i nostri pazienti preferiti perché una semplice e leggera correzione nel collo permette di avere un alto tasso di successo con sindromi di mal di testa cronico.

Anche se dedicarsi alla spina cervicale potrebbe non equivalere a dedicarsi alla causa del mal di testa da abuso di medicinali, può aiutare a risolvere la causa primaria della condizione del mal di testa del paziente così che assumere molte medicine diventa sempre meno necessario. Il commento più comune che sentiamo dai pazienti con mal di testa è che da quando sono sotto cura da noi prendono sempre meno ibuprofene.

Nel giro di 2 settimane dalla correzione a livello del collo con la procedura Upper Cervical, la maggioranza dei pazienti con mal di testa prova notevole sollievo nella frequenza o l’intensità dei loro mal di testa giornalieri.

Non tutte le correzioni del collo includono uno scrocchio

Molte persone sono spaventate di dover ricevere una correzione da un chiropratico. L’idea generale di una correzione del collo, come quelle che si trovano nei video virali di Youtube, può farla apparire spaventosa.

Nonostante le correzioni chiropratiche abbiano un enorme storico di interventi sicuri, alla fin fine molte persone non vogliono che il loro collo scrocchi perché il suono e il movimento li fanno sentire a disagio. Questo porta le persone ad irrigidire il collo, il che può portare un chiropratico non esperto a compiere una manipolazione dolorosa.

Questo è uno dei motivi per cui nel nostro ufficio usiamo la procedura Upper Cervical. Consiste di una leggera pressione per correggere il collo, opposta alla manipolazione ad alta velocità. Usando la procedura Upper Cervical il dottore è capace di misurare e controllare quanta forza va nel collo e se si è corretta la disfunzione sottostante. Tutto questo accade senza scrocchi, giramenti improvvisi e schiocchi lungo la schiena.

Non tutti i pazienti con mal di testa sono buoni candidati per la procedura Upper Cervical. Solo i pazienti con uno spostamento a livello della prima vertebra, chiamata Atlante, riceveranno benefici da questa correzione. Un accurato storico del paziente e le dovute esaminazioni ci aiuteranno a determinare se l’Atlante sta causando un problema e se è qualcosa che può essere sistemato.

2 commenti
  1. frolep rotrem dice:

    I think this is one of the most important info for me. And i am glad reading your article. But should remark on some general things, The web site style is great, the articles is really nice : D. Good job, cheers

    Rispondi
  2. zortilo nrel dice:

    Thanks for another excellent post. Where else could anyone get that kind of information in such a perfect way of writing? I’ve a presentation next week, and I am at the look for such information.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *