UC-articoliBlog-invecchiare

Un’immagine incredibile ridefinisce ciò che conosciamo dell’invecchiamento

Una delle cose più belle dei social media è il fatto che permettano di imparare e interagire con persone con le quali non si avrebbe mai interagito altrimenti. Usare siti come twitter e facebook ci ha concesso un accesso illimitato sulla vita dei nostri atleti e delle nostre celebrità preferite, e ha dato a loro un’opportunità di interagire con noi.

Non siamo persone da celebrità, ma ci interessa seguire persone che consideriamo più intelligenti e innovative di noi. Ci permette di vedere come crescono e ci dà la possibilità di imparare da loro.

Una di queste persone è il Dott. Brian Tiu. Brian è un Chiropratico Neurostrutturale a Seattl, con un background nel mondo dello sport. Uno dei suoi ultimi post su twitter riguardava l’esercizio fisico e la massa muscolare.

La teoria convenzionale

Le teorie moderne sull’invecchiamento dichiarano semplicemente che la massa muscolare inizia a diminuire una volta superati i 30 anni. Raggiunti i 40 si comincia a perdere l’1% della massa muscolare all’anno. Arrivati ai 70 anni, si arriva a perdere fino al 15% ogni 10 anni.

Ecco cosa accade alle persone man mano che perdono massa muscolare:

  • Aumento della mortalità
  • Osteoporosi
  • Incremento nel rischio di fatture
  • Incremento nel rischio di disabilità
  • Necessità di strumenti di assistenza (carrozzine, bastoni da passeggio)
  • Poco equilibrio e tendenza a cadere

Essenzialmente, una grossa quantità di problemi è collegata all’invecchiamento.

Ovviamente è ridicolo cercare di fermare l’orologio e impedire al corpo di invecchiare. Ecco perché il termine “anti-età” non ha senso. Ma, detto questo, invecchiare influenza così tanto la qualità della vita che dovremmo sentirci incoraggiati a fare uso degli strumenti adatti per mitigare gli effetti.

Raggiunta l’età da pensione, si ha finalmente il tempo libero per viaggiare, assumere nuovi passatempi, e fare cose per le quali prima non sia avevano il tempo o le risorse necessarie. Per quale motivo si dovrebbe spendere quegli anni su una sedia a rotelle, immobili, con il terrore della prossima caduta?

Il problema consiste nel fatto che questi studi si concentrano su persone considerate “in salute” solo perché non dimostravano alcun sintomo… (perché i sintomi sono l’unica cosa che vale la pena di tener conto nella salute? Ne parleremo più avanti.)

Lo studio

Lo studio venne pubblicato nel 2011, sulla rivista “The Physician and Sports Medicine” (America).

6 commenti
  1. froleprotrem dice:

    I do enjoy the manner in which you have presented this difficulty and it does indeed offer me a lot of fodder for thought. However, from just what I have experienced, I just trust when the remarks pile on that men and women stay on point and in no way get started upon a soap box associated with some other news du jour. Still, thank you for this fantastic point and although I do not necessarily go along with the idea in totality, I value your perspective.

    Rispondi
  2. SVSmaith dice:

    Большая часть из скважин по окончании проведения восстановительного комплекса действий имеют возможность быть снова введены в текущую эксплуатацию. Тем более что оплата данных выполненных работ в десять раз ниже цены самих сооружений.
    Обеспечено повышение дебита водозаборной скважины не менее тридцати процентовЫ от имеющегося на момент старта дел.

    В восьмидесяти процентов случаях скважины возобновляются до начальных данных при внедрении в использование скважины, это будет альтернативой производства буровых работ новой скважины.

    Наши сотрудники компания по Очистке водяных емкостей и Телеинспекции водозаборных скважин предлагаем свои услуги всем, как частным так и общественным объединениям.

    Спецводсервис – [url=https://svs-samara.ru/skvazhiny/ochistka-vodozabornyh-skvazhin/]очистка скважин форум[/url]

    Rispondi
  3. zortilonrel dice:

    hi!,I like your writing very much! share we communicate more about your article on AOL? I need a specialist on this area to solve my problem. May be that’s you! Looking forward to see you.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *